Navigation

Macedonia Nord: Ue conferma, aprire i negoziati d'adesione

La Commissione europea vuole l'apertura "incondizionata" dei negoziati di adesione all'Unione per la Macedonia del Nord. KEYSTONE/EPA/VALDRIN XHEMAJ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 marzo 2020 - 15:38
(Keystone-ATS)

La Commissione europea ha raccomandato nuovamente ai Paesi Ue l'apertura "incondizionata" dei negoziati di adesione all'Unione per la Macedonia del Nord.

Il Paese è stato protagonista nell'ultimo anno di "ulteriori sforzi" che hanno prodotto "risultati concreti e tangibili" nelle aree richieste da Bruxelles e dagli stessi leader Ue.

Nel suo cammino verso l'integrazione Ue - scrive Bruxelles in un report d'aggiornamento -, Skopje "ha adottato misure significative per rafforzare l'indipendenza della magistratura". Inoltre, la Commissione Ue nota una "migliorata esperienza nella lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, nonché progressi nella riforma dei servizi di intelligence e della pubblica amministrazione".

La decisione di avviare i negoziati d'adesione con Skopje sarà discussa dai leader Ue al vertice del 26 e 27 marzo. Nell'ottobre 2019 a nulla erano valsi gli sforzi di Skopje in ottica europea, tra cui lo storico accordo con la Grecia nell'annosa disputa sul nome. I leader Ue, infatti, non erano riusciti a trovare l'unanimità per aprire le trattative, posticipando per la terza volta in due anni la decisione a marzo 2020.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.