Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente francese Emmanuel Macron (foto d'archivio)

Keystone/EPA/PHILIPPE WOJAZER/ POOL

(sda-ats)

Il presidente francese Emmanuel Macron chiederà al Parlamento di Parigi di prorogare lo stato d'emergenza fino al primo novembre: è quanto riferisce l'Eliseo al termine del Consiglio Difesa.

Le misure speciali adottate dopo gli attentati del 13 novembre 2015 sarebbero dovute giungere a conclusione il 15 luglio.

Macron vuole inoltre una nuova legge anti-terrorismo: in particolare intende rafforzare la sicurezza dinanzi alla minaccia terroristica "anche quando lo stato d'emergenza" decretato in Francia dopo gli attentati del 13 novembre 2015 sarà revocato.

L'auspicio è che un "testo legislativo venga preparato nelle prossime settimane". Macron pensa, tra l'altro, ad un "centro di coordinamento" dei servizi antiterrorismo, la cui organizzazione verrà stabilita entro il 7 giugno.

Ha poi ribadito la "solidarietà che unisce la Francia e il Regno Unito nella lotta al terrorismo" ed esaminato "i mezzi per fornire la massima assistenza possibile all'inchiesta" britannica. Più in generale, il leader francese vuole fornire una dimensione europea alla lotta al terrore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS