Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Maggioranza di svizzeri favorevoli a "No Billag" (foto d'archivio)

KEYSTONE/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

A quattro mesi dal voto, una maggioranza degli svizzeri è favorevole all'iniziativa "No Billag" che intende abolire il canone radio-tv. Secondo un sondaggio il 57% delle persone interrogate ha detto che voterà "sì" al testo in votazione il prossimo 4 marzo.

Solo il 34% degli interpellati si oppone all'iniziativa popolare, indica un'indagine di marketagen.com diffuso oggi da Le Matin Dimanche e dalla SonntagsZeitung. Gli indecisi sono il 9%.

Il sondaggio rivela che non sono i programmi radio televisivi della SSR ad essere messi in questione: il 55% delle persone interrogate si dice parzialmente o totalmente soddisfatto dell'offerta.

Oltre il 60% degli svizzeri non crede che l'abolizione del canone comporterà la scomparsa della SSR e la fine dei grandi canali nazionali di radio e televisione. Solo il 39% pensa che l'accettazione dell'iniziativa "No Billag" significhi la fine della SSR.

Il 46% degli svizzeri è persino convinto che se il testo venisse accolto grandi programmi nazionali e indipendenti radio -televisivi saranno sempre disponibili.

Il sondaggio è stato realizzato online dal 17 al 27 novembre presso 1010 svizzeri con diritto di voto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS