Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Maggioranza di svizzeri favorevoli a "No Billag" (foto d'archivio)

KEYSTONE/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

A quattro mesi dal voto, una maggioranza degli svizzeri è favorevole all'iniziativa "No Billag" che intende abolire il canone radio-tv. Secondo un sondaggio il 57% delle persone interrogate ha detto che voterà "sì" al testo in votazione il prossimo 4 marzo.

Solo il 34% degli interpellati si oppone all'iniziativa popolare, indica un'indagine di marketagen.com diffuso oggi da Le Matin Dimanche e dalla SonntagsZeitung. Gli indecisi sono il 9%.

Il sondaggio rivela che non sono i programmi radio televisivi della SSR ad essere messi in questione: il 55% delle persone interrogate si dice parzialmente o totalmente soddisfatto dell'offerta.

Oltre il 60% degli svizzeri non crede che l'abolizione del canone comporterà la scomparsa della SSR e la fine dei grandi canali nazionali di radio e televisione. Solo il 39% pensa che l'accettazione dell'iniziativa "No Billag" significhi la fine della SSR.

Il 46% degli svizzeri è persino convinto che se il testo venisse accolto grandi programmi nazionali e indipendenti radio -televisivi saranno sempre disponibili.

Il sondaggio è stato realizzato online dal 17 al 27 novembre presso 1010 svizzeri con diritto di voto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS