Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo 20 anni di lavoro c'è un possibile vaccino contro la malaria, anche se i suoi risultati sono al di sotto le aspettative: le sperimentazioni hanno mostrato infatti che è efficace sul 30% dei bambini.

Tuttavia, secondo i ricercatori, può aiutare a evitare milioni di casi, il che non è poco, se si considera che, nonostante dal 2000 le morti di bambini dovute alla malaria siano diminuite del 40%, ogni giorno muoiono 1200 bambini a causa della malaria, di cui domani si celebra la Giornata mondiale. Dunque bisognerà aspettare ancora per avere un vaccino efficace al 90% come quelli per le altre malattie.

È però probabile che già da quest'anno sia in commercio il nuovo vaccino contro la malaria, il primo al mondo per questa malattia, sviluppato dalla GlaxoSmithKline (Gsk) e testato in undici centri e ospedali di sette Stati africani su quasi 16'000 bambini. I risultati della sperimentazione, pubblicati sulla rivista Lancet, hanno mostrato che RTS S/AS01, questo il suo nome, ha un'efficacia del 30% circa nei bambini tra i 5 e 17 mesi, del 26% in quelli più piccoli. Protezione che dura per almeno tre anni dalla prima delle tre dosi di vaccino, ma che si riduce nel tempo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS