Navigation

Malawi: morto presidente Mutharika per infarto

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2012 - 09:55
(Keystone-ATS)

È morto il presidente del Malawi, Bingu wa Mutharika, ricoverato ieri d'urgenza all'ospedale della capitale Lilongwe dopo essere stato colpito da un improvviso attacco cardiaco, che gli aveva fatto perdere i sensi: lo hanno reso noto fonti sanitarie, e la notizia del decesso è stata poi confermata dal governo.

Mutharika era apparso subito in gravi condizioni e, stando alle fonti, al momento del ricovero era in realtà già spirato. Ex economista presso la Banca Mondiale, in carica dal 2004, negli ultimi mesi era diventato sempre più inviso alla popolazione, che lo accusava di dispotismo e, malgrado il suo curriculum, di totale incompetenza in campo finanziario.

In base alla Costituzione dovrebbe spettare adesso al vice presidente Joyce Banda assumere le funzioni di capo dello Stato ad interim, ma la sua espulsione nel 2010 dal Fronte Democratico Unito-Partito Democratico Progressista, del quale era leader lo stesso Mutharika, potrebbe rendere complicato il passaggio dei poteri.

Del resto da tempo il defunto sembrava aver deciso di fare del proprio fratello minore Peter, attuale ministro degli Esteri, il suo successore: nei periodi di assenza di Mutharika dal Paese africano, Peter tendeva via via a comportarsi come il vero facente funzioni. Non a caso, dopo il ricovero del presidente truppe regolari e reparti della polizia militare si erano dispiegati in tutta Lilongwe per prevenire eventuali tumulti. Una quindicina di ufficiali dell'Esercito erano inoltre stati inviati a presidiare la residenza di Banda, di fatto segregandovelo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?