Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex presidente delle Maldive, Mohamed Nasheed, condannato a 13 anni di carcere, ha ottenuto gli arresti domiciliari. Lo riferisce oggi il sito internet maldiviano Minivan News.

La notizia è stata annunciata dal suo legale Jared Genser che fa parte del team internazionale composto anche da Amal Clooney, moglie dell'attore americano George Clooney, e dall'inviato dell'Onu Ben Emmerson.

Il leader dell'opposizione è già stato trasferito dalla prigione dove era detenuto alla sua residenza dove potrà scontare la pena comminata a marzo da un tribunale anti-terrorismo.

Il governo di Abdulla Yameen Abdul Gayoom aveva annunciato di voler ricorrere contro la sentenza che aveva sollevato forti proteste e critiche della comunità internazionale, tra cui anche degli Stati Uniti e dell'India.

Nasheed, primo presidente democraticamente eletto dell'arcipelago e soprannominato il "Mandela delle Maldive", era stato riconosciuto colpevole di "terrorismo" per aver ordinato nel 2012 l'arresto di un giudice accusato di corruzione e abuso di potere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS