Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il vicepresidente delle Maldive, Ahmed Adeeb, è stato arrestato oggi con l'accusa di essere coinvolto in un attentato al capo dello Stato Abdulla Yameen a fine settembre. Lo riferisce il ministero dell'Interno.

Il politico, tornato da un viaggio a Singapore, è stato fermato all'aeroporto internazionale dell'arcipelago e portato nel carcere di Dhoonidhoo Island. È stato accusato di alto tradimento.

Il capo di Stato e sua moglie Fathimath Ibrahim stavano rientrando a Male dall'aeroporto il 28 settembre scorso quando all'interno del motoscafo è avvenuta l'esplosione.

Yameen è rimasto illeso ma la 'First Lady' ha subito danni alla colonna vertebrale. Nella prima fase dell'inchiesta erano stati arrestati due militari ed era stato esonerato il ministro della Difesa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS