Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stata liberata la strada che porta al canile comunale di Laterza (Taranto), tra le zone più colpite dal maltempo, dove si trovano 300 cani che era impossibile raggiungere da ieri mattina a causa della neve.

KEYSTONE/EPA/TOLGA BOZOGLU

(sda-ats)

È stata liberata questa mattina la strada che porta al canile comunale di Laterza (Taranto), tra le zone più colpite dal maltempo, dove si trovano 300 cani che era impossibile raggiungere da ieri mattina a causa della neve.

I volontari sul web avevano chiesto aiuto perché, scrivevano su Facebook, i cani sono "sommersi in due metri di neve".

Il caso ha fatto in poche ore il giro del web su cui si è diffuso l'allarme per la sorte dei quadrupedi. Ma l'assessore alle politiche 'Smart City' del Comune di Laterza, Tony Gallitelli, ha spiegato che "da questa mattina i cani sono stati raggiunti dai volontari" che stanno provvedendo alle loro cure. A quanto si apprende, due dei trecento cani sono morti.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha assicurato su Twitter che "il sindaco" di Laterza ha "fatto liberare la strada che porta al canile e che la società che lo gestisce sta soccorrendo i cani".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS