Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Messo da parte l'anticipo di primavera dei giorni scorsi, gran parte dell'Italia è dalla scorsa notte al centro di una perturbazione che sta determinando piogge e rovesci su gran parte delle regioni. L'area più colpita è quella della Toscana, dove il maltempo, oltre a cinque feriti, ha fatto una vittima nel comune di Borgo a Mozzano (Lucca): si tratta di un uomo di 41 anni che era alla guida della sua auto, travolta da un masso staccatosi da una parete rocciosa. Illesa la donna che era al suo fianco. Anche nelle Marche vi è stata una vittima.

Una donna è infatti morta, schiacciata da un albero abbattuto da fortissime raffiche di vento, a Urbino. Il fatto è avvenuto nella zona dei collegi universitari. La donna era appena scesa dall'autobus e stava andando a lavorare a piedi. È stata soccorsa, ma è deceduta poco dopo l'arrivo in ospedale.

Sulla Toscana soffia un forte vento, con raffiche oltre i 100 km/h. Cinque persone sono rimaste ferite - tra loro due vigili del fuoco - colpite da un palo di cemento crollato a Figline Valdarno (Firenze). Nessuno sarebbe in gravi condizioni. Problemi alla circolazione in molte strade e autostrade. Stop o rallentamenti sulle linee ferroviarie, mentre sono stati sospesi i traghetti per l'Elba. Voli dirottati o cancellati all'aeroporto di Firenze.

Chiuse le scuole a Pistoia, Prato e in molti comuni delle province di Arezzo, Firenze e Lucca. Tanti i danni in Versilia: centinaia gli alberi caduti, in particolare a Forte dei Marmi dove è stato danneggiata anche Villa Bertelli, sede del Comune. A Pistoia e a Firenze cittadini sono invitati a restare a casa. A Prato, il vento ha fatto crollare una porzione delle mura storiche della città: ci sono stati cedimenti al 'bastione San Giusto'. Tanti i problemi anche sulla linea elettrica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS