Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Più bambini maltrattati negli ospedali

KEYSTONE/CHRISTOF SCHUERPF

(sda-ats)

In Svizzera aumentano i casi di bambini maltrattati registrati dagli ospedali: l'anno scorso le cliniche pediatriche hanno annunciato 1575 situazioni in cui sono state prestate cure a fanciulli che presumibilmente o sicuramente hanno subito offese fisiche o psichiche.

Due piccoli sono morti.

I dati - riferisce un comunicato odierno della Società svizzera di pediatrica (SSP) - riguardano 21 nosocomi su 25, fra cui figurano tutti quelli più importanti e di media grandezza. Diverse cliniche hanno osservato un volume di casi in calo rispetto all'anno scorso, alcune hanno mantenuto lo stesso livello, mentre Losanna e Ginevra mostrano una netta crescita. Questo è in primo luogo dovuto al fatto che le strutture in questione vengono ora coinvolte quando vi è un intervento di polizia per violenze domestiche in famiglie in cui vivono bambini.

Nel dettaglio, sono stati segnalati 581 maltrattamenti psichici (37% del totale), 367 maltrattamenti fisici (23%), 319 bambini in stato di trascuratezza (20%), 306 abusi sessuali (19%) e 2 sindromi di Münchhausen per procura (0,1%). I casi di maltrattamento psichico - spiega la SSP - concernono spesso figli che assistono magari in modo ripetuto a violenze fra i genitori.

Complessivamente il rapporto fra maschi (44%) e femmine (56%) è rimasto sostanzialmente invariato rispetto agli scorsi anni (la statistica è stata tenuta per otto anni consecutivi). Una differenza importante riguarda gli abusi sessuali, che vedono spesso vittime le bambine (80%).

Riguardo alla diagnosi di maltrattamento, nel 61% viene definita sicura dal personale curante, nel 15% probabile e nel 17% non chiara. Nel 6% dei casi non ci sono indicazioni.

Per quanto concerne l'autore o l'autrice delle offese ai bambini, nell'81% dei casi è da ricercare in famiglia. Nel 12% la persona in questione è nella cerchia di conoscenze, nel 2% viene da fuori (37 casi) e nel 5% non vi è chiarezza sulla questione. Il 20% degli abusi sessuali viene commesso da persone esterne o ignote.

I maltrattamenti vengono commessi per il 45% da maschi, per il 24% da femmine, per il 22% da maschi e femmine insieme (soprattutto genitori) e dall'8% da sconosciuti. Nel campo degli abusi sessuali gli uomini sono all'87%. Solo nel segmento della trascuratezza le donne sono più responsabili dei maschi. Chi agisce contro i bambini è in larghissima parte adulto (85%): i minorenni sono però all'origine del 28% degli abusi sessuali.

Le cliniche nel 2016 hanno registrato anche due casi di bambini che sono deceduti a causa di maltrattamenti fisici: uno aveva meno di un anno, l'altro fra uno e due anni. Stando alla SSP questi dati sono in linea con l'esperienza internazionale che mostra come i rischi maggiori sono sopportati dai bimbi più piccoli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS