Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Malversazioni al CHUV di Losanna, processo a primario

LOSANNA - Si apre oggi al Tribunale correzionale di Losanna il processo a carico dell'ex primario del Centro ospedaliero universitario vodese (CHUV), Julien Bogousslavsky. È accusato di aver stornato complessivamente 5,3 milioni di franchi, impiegati per soddisfare la sua passione per i libri antichi e rari.
L'eminente neurologo ha ammesso i fatti, ma non l'ampiezza del reato: avrà due settimana di tempo per spiegare il fraudolento meccanismo che lo ha portato a sottrarre denaro dalle casse dell'ospedale. L'accusa è sostenuta dal procuratore generale di Vaud, Eric Cottier. La sentenza è attesa per il 19 febbraio.
I reati sono stati commessi fra gennaio 2000 e aprile 2006. Il medico è accusato di aver confezionato fatture false o "fantasiose" che gli hanno permesso di sottrarre, fra l'altro, i fondi ricevuti dalle aziende farmaceutiche per finanziare le ricerche.
Nel frattempo la collezione di libri antichi del neurologo è stata messa all'asta nel 2006 a Parigi e ha fruttato 5,43 milioni di franchi. L'imputato ha trascorso otto settimane in detenzione preventiva, prima di essere liberato dietro versamento di una cauzione di 500mila franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.