Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'attacco di un kamikaze ha causato ieri sera la morte di 22 persone e il ferimento di altre 59.

KEYSTONE/AP PA/PETER BYRNE

(sda-ats)

Almeno 22 morti e 59 feriti: è questo il bilancio - ancora provvisorio poiché si parla anche di dispersi - dell'attacco kamikaze di ieri sera alla Manchester Arena.

L'attentato è stato realizzato durate un concerto della cantante americana Ariana Grande gremito di giovani e giovanissimi: per provocare il maggior grado di distruzione, l'ordigno esplosivo era imbottito di chiodi e tra le vittime ci sono anche bambini.

Oggi sventolano bandiere a mezz'asta non solo a Downing Street ma anche a Bruxelles, dove il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker si è unito al dolore dei britannici offrendo su Twitter le sue "più profonde condoglianze" al governo e al popolo britannico.

L'attacco, il principale per numero di morti dall'insediamento della premier Theresa May a Downing Street, è stato compiuto da un uomo che "è morto sulla scena dopo aver attivato l'esplosivo", ha detto il capo della polizia di Manchester Ian Hopkins, aggiungendo che ora si sta cercando di capire se l'uomo abbia agito da solo o meno.

May ha diffuso nella notte un messaggio di cordoglio e solidarietà alle famiglie delle vittime, sottolineando che l'episodio viene indagato come "un orrendo attacco terroristico", riferisce Downing Street. È stato un "atto malvagio" che ha preso di mira i bambini, ha commentato il nuovo sindaco di Greater Manchester, il laburista Andy Burnham.

E in queste ore il terrore si estende anche a Londra, dove la polizia ha evacuato la stazione degli autobus di Victoria a causa di un pacco sospetto. Le autorità hanno chiuso al traffico le strade in questa zona del centro della capitale, inclusa la Buckingham Palace Road.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS