Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono tutti uomini e tutti residenti nell'area della Grande Manchester le otto persone che restano in custodia dopo essere state fermate nell'ambito delle indagini sull'attentato suicida di lunedì scorso.

Compiuto dal kamikaze 22enne Salman Abedi, l'attacco ha fatto 22 morti (sette sotto i 16 anni) e decine di feriti.

Nel complesso gli arrestati sono stati dieci, secondo i dati della Greater Manchester Police citati dal Guardian online, ma due - una donna di 34 anni e un ragazzo di 16 - sono stati poi "rilasciati senza accuse".

In detenzione rimangono tre uomini ultratrentenni, quattro ventenni e un giovane di 18 anni, sospettati a vario titolo di complicità con Abedi, il terrorista nato nel Regno Unito da ex rifugiati libici anti-Gheddafi, o comunque di una qualche "violazione del Terrorism Act": la legge britannica che regola la lotta al terrorismo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS