Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - L'operazione 'Top Kill' per chiudere il pozzo di petrolio della BP nel Golfo del Messico è cominciata. Lo indica la compagnia petrolifera. Secondo la multinazionale britannica, l'operazione è iniziata alle 13:00 locali, le 20:00 in Svizzera, e ci vorranno diverse ore per capire se funziona come previsto.
L'operazione, battezzata 'Top Kill' consiste nell'immettere fanghi ad alta pressione nel pozzo per arginare il flusso di greggio, cementando in un secondo tempo lo stesso pozzo in maniera definitiva.
Secondo gli esperti della BP l'operazione ha il 60-70% di speranze di farcela. In caso contrario se la valvola verrà danneggiata (un fatto che non si può escludere vista la pressione), la marea nera potrebbe essere peggiore di prima.
Il presidente americano Barack Obama ha indicato che se fallisce il tentativo 'top kill' "ci sono altri approcci possibili". "Se 'top kill' riesce, e non ci sono garanzie, dovrebbe ridurre notevolmente o eliminare la perdita di petrolio", ha detto Obama visitando un impianto di pannelli solari a Fremont, in California. Il rpesidente ha attaccato le società petrolifere e suggerito l'importanza di pensare a fonti di energia alternative.

SDA-ATS