Navigation

Marea Nera: BP; spesi 3,12 mld dlr per fronteggiare i danni

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 luglio 2010 - 10:31
(Keystone-ATS)

LONDRA - La British Petroleum ha annunciato oggi di aver gia' speso 3,12 miliardi di dollari per fronteggiare i danni causati dalla marea nera nel Golfo del Messico dopo l'esplosione di una delle sue piattaforme.
Ieri, i due sistemi messi in azione per raccogliere il petrolio hanno permesso di recuperare 25.198 barili, su un totale di 585.400 raccolti dopo la minaccia ambientale, ha precisato la BP in un comunicato diffuso sul sito della Borsa di Londra.
La BP ha confermato che le operazioni di contenimento del greggio sono riprese dopo uno stop di tre giorni a causa della tempesta tropicale Alex che ha colpito la zona.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.