Navigation

Marea nera: BP scava nuovo pozzo di soccorso

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 maggio 2010 - 17:14
(Keystone-ATS)

NEW YORK - BP ha cominciato a scavare un nuovo pozzo di soccorso nel Golfo del Messico per tentare di contenere la perdita che sta minacciando l'ecosistema delle coste dalla Louisiana alla Florida. Il pozzo, il primo di due, dovrebbe servire a allentare la pressione sul pozzo danneggiato consentendo di mettere la perdita sotto controllo.
I lavori di costruzione sono cominciati domenica. Ci potranno volere fino a tre mesi per completarli. BP ha contemporaneamente accelerato la costruzione di una "cupola", in realtà una sorta di torretta di cemento, che dovrebbe essere posizionata la prossima settimana sul pozzo danneggiato per aspirare il petrolio in superficie.
In un comunicato di BP si afferma che i costi delle opere di contenimento della marea nera ammontano a sei milioni di dollari al giorno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.