Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - La marea nera ha investito in pieno una delle oasi faunistiche della Louisiana e in un giorno soltanto il numero degli uccelli imbrattati dal catrame è più che raddoppiato.
Sessanta uccelli tra cui 41 pellicani, l'animale simbolo della Louisiana, sono stati ricoperti dal greggio a causa dei forti venti che hanno spinto i tentacoli della marea nera del Golfo sulle spiagge di Queen Bess Island, nei pressi di Grand Isle.
Il petrolio che ricopre gli animali è così spesso che sembra che i pellicani siano fatti di cioccolato che si scioglie. Gli uccelli sono stati tratti in salvo e trasferiti in un centro specializzato di Fort Jackson per essere decontaminati.
Dal giorno dell'esplosione sulla piattaforma della Deepwater Horizon è la prima volta che tanti uccelli vengono toccati contemporaneamente dalla marea. Le loro immagini hanno fatto oggi il giro dei siti e delle televisioni tra accuse di censura a BP da parte degli operai addetti alla ripulitura delle spiagge secondo cui il gigante del greggio ha chiesto esplicitamente di non scattare fotografie.

SDA-ATS