Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - "Faremo tutto quello che è necessario per aiutare le coste del Golfo e la gente della regione a riprendersi da questa tragedia". Lo ha detto il presidente Barack Obama nel suo discorso di martedì sera alla nazione sulla marea nera.
Obama ha detto che "informerà" il presidente di Bp che devono accantonare "ogni risorsa necessaria a compensare i lavoratori e le imprese danneggiate a causa della irresponsabilità della loro societa". Questo fondo, ha detto il presidente, non dovrà essere controllato da Bp, ma da una commissione indipendente.
Per l'America la sfida della marea nera "che assalta le nostre coste" è "una priorità" come quelle poste dalla recessione sul fronte interno e, all'estero, dalla lotta contro al Qaida "dovunque essa esista", ha affermato il presidente degli stati Uniti.
Il presidente Barack Obama ha poi detto che "é inaccettabile la mancanza di azione" da parte del Congresso sulle nuove leggi sul clima e sulla energia pulita.
"Il futuro dell'energia pulita é adesso", ha affermato Obama. "Questo è il momento per questa generazione di imbarcarsi in una missione nazionale per liberare le forze dell'innovazione americana e riprendere il controllo del nostro destino", ha sottolineato.
Evocando lo spirito che ha spinto l'America "a produrre abbastanza aerei e carri armati durante la seconda guerra mondiale" e a "mettere le redini alla tecnologia per portare in modo sicuro l'uomo sulla Luna", Obama ha lanciato un appello agli americani perché riducano la dipendenza dai combustibili fossili e dal petrolio abbracciando fonti alternative di energia.

SDA-ATS