Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Nuove trivellazioni per la ricerca di petrolio in mare in futuro dovranno essere permesse solo se sarà garantito che non potranno provocare disastri ambientali. Lo ha detto il presidente americano Barack Obama nel suo discorso settimanale per radio e internet.
Il riferimento del presidente Obama è stato fatto annunciando che la commissione bipartisan di indagine sull'esplosione e affondamento della piattaforma Deepwater Horizon gestita dalla Bp nel Golfo del Messico sarà presieduta dall'ex senatore democratico Bob Graham e dall'ex capo dell'Agenzia per la protezione ambientale William Reilly.
"Lo scopo di questa commissione - ha detto Obama - è sia quello di scoprire le cause alla radice del disastro, sia quello di individuare le precauzioni che dovremo prendere per evitare che simili disastri si ripetano in futuro". In un altro passaggio del suo discorso, Obama ha aggiunto: "Noi dobbiamo cercare fonti di petrolio e gas sul territorio nazionale. Siccome dal Golfo del Messico viene il 30% della nostra produzione di petrolio, avrà un ruolo importante per la nostra sicurezza energetica futura. Ma potremo proseguire le trivellazioni off-shore solo se ci verrà garantito che non potrà accadere di nuovo un disastro come quello del petrolio della Bp".
Il presidente ha poi nuovamente indicato Bp, ma anche Halliburton (il colosso delle trivellazioni offshore) e Transocean (la società con sede in Svizzera proprietaria della piattaforma affondata), come responsabili del disastro.

SDA-ATS