Navigation

Marocco: parziali voto; islamici primo partito

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 novembre 2011 - 15:54
(Keystone-ATS)

Il Partito Giustizia e Sviluppo (PDJ) degli islamici moderati è largamente in testa nei risultati parziali delle elezioni legislative svoltesi ieri in Marocco, secondo quanto riferito dal ministero dell'interno. L'attuale premier, Abbas al Fassi, ha detto di essere pronto ad entrare in una coalizione con il PDJ.

Secondo i risultati parziali, 288 collegi elettorali sui 395 in palio, il PDJ conquista 80 seggi in Parlamento, mentre il partito Istiqlal del premier Abbas El Fassi si piazza secondo con 45. L'Unione Nazionale degli Indipendenti (RNI, liberale) arriva terzo con 38 seggi; sono invece 33 quelli per il PAM.

L'attuale primo ministro del Marocco, Abbas al Fassi, ha detto oggi di essere pronto ad entrare in una coalizione con il Partito Giustizia e Sviluppo. risultato largamente vincitore dalle elezioni. Al Fassi ha definito la vittoria del PDJ "una vittoria per la democrazia".

Anche l'RNI, del ministro delle Finanze Salaheddine Mezouar, ha riconosciuto la vittoria del PJD. "Mi felicito con il PJD per la vittoria, e lasciatemi dire: alle legislative ha vinto il Marocco", ha detto il ministro dello Sport e dirigente del RNI, Moncef Belkhayat.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?