Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il più grande campo Rom di Marsiglia, nel sud della Francia, dove vivevano non meno di 400 persone, è stato smantellato questa mattina e tutti gli occupanti hanno già lasciato il posto.

Il campo Rom era stato insediato nell'ottobre 2012 su una grande discarica abbandonata nel quartiere della Capelette, vicino a molte costruzioni moderne. Lo hanno smantellato e completamente distrutto tre bulldozer, alle presenza dei poliziotti incaricati "di verificare le condizioni di sicurezza".

La distruzione era stata ordinata dal tribunale di Marsiglia per occupazione illecita e rischio potenziale per le persone ed erano stati dati due mesi di tempo agli occupanti per abbandonare il campo.

"Potevamo soltanto sperare che lasciassero tutti questo posto - ha detto una responsabile di un'associazione vicina ai nomadi, Rencontres tziganes - dove vivevano in condizioni sanitarie spaventose, indegne se si pensa che sono nel cuore di Marsiglia. Adesso devono essere trovate altre soluzioni".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS