Navigation

Mauritius: migliaia in strada contro la marea nera

In migliaia hanno protestato alle Mauritius contro la recente marea nera e la moria di delfini. KEYSTONE/EPA/LAURA MOROSOLI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 agosto 2020 - 21:03
(Keystone-ATS)

Migliaia di persone hanno marciato nella capitale dell'isola di Mauritius per protestare contro la gestione dello sversamento di circa mille tonnellate di carburante fuoriuscito nelle settimane scorse dalla petroliera giapponese Wakashio.

La protesta si è indirizzata anche contro contro la moria di delfini che finora ha riguardato almeno 39 esemplari. Lo riferisce il sito della Bbc.

Molti manifestanti erano vestiti di nero e sventolavano la bandiera dello stato insulare africano nell'oceano indiano nel più grande corteo mai visto a Mauritius negli ultimi anni.

Ancora non è chiaro cosa stia causando la moria delle decine di delfini rinvenuti su spiagge dell'isola o filmati mentre agonizzavano in mare questa settimana: l'esame di due esemplari ha denotato morsi di squalo e nessuna traccia di idrocarburi ma ambientalisti ritengono che ci sia un legame con lo sversamento della petroliera incagliatasi sulla barriera corallina il 25 luglio e hanno chiesto un'indagine indipendente.

La protesta si è indirizzata contro una presunta insufficienza degli interventi contro la marea nera e la decisione di affondare parte della nave dopo che si era spezzata in due.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.