Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il sindacato Unia ha deciso di denunciare il Mouvement citoyens genevois (MCG) per violazione della norma antirazzismo. L'ultima edizione del giornale del partito - rileva oggi Unia in una nota - contiene una serie di attacchi nei riguardi dei frontalieri, paragonati fra l'altro ad un'"epidemia".

Secondo il sindacato, gli appellativi impiegati dal MCG nei riguardi dei frontalieri sono contrari all'art. 261 del Codice penale, che punisce qualsiasi discriminazione legata alla razza, all'etnia o alla religione.

Per il presidente del MCG Roger Golay, l'articolo in questione non è invece applicabile ai lavoratori frontalieri, che non rappresentano né una razza, né una religione, ma un "fenomeno". Precedenti denunce nei riguardi del MCG per motivi analoghi non hanno avuto alcun esito, rileva Golay, secondo cui Unia non fa altro che della "gesticolazione politica".

SDA-ATS