Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Medicamenti comprati all'estero, casse e Interpharma ai ferri corti

I prezzi più bassi invogliano i consumatori-pazienti svizzeri ad acquistare medicinali all'estero.

Chi opta per questa opzione e intende farsi rimborsare i costi farebbe comunque bene a procedere con prudenza: secondo la legge, le casse malattia, nell'ambito dell'assicurazione di base, in questi casi non possono risarcire. La pratica è comunque assai diffusa e suscita il profondo disappunto di Interpharma.

"Alcune casse danno prova di condiscendenza e rimborsano anche medicinali comprati all'estero", dice all'ats Andreas Schiesser, responsabile del settore farmaci presso l'associazione di assicuratori malattia santésuisse. Questo modo di procedere è finanziariamente vantaggioso sia per l'assicurato che per le casse, sottolinea.

Quel che gli assicuratori chiamano "condiscendenza", per l'Associazione delle imprese farmaceutiche svizzere che praticano ricerca (Interpharma) è una violazione della legge, ribatte la portavoce Sara Käch.

Secondo la Legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal), in cui vige il principio di territorialità, le casse possono pagare medicinali acquistati all'estero solo quando un assicurato necessita farmaci in seguito a una malattia curata fuori dai confini nazionali.

Il fatto che alcune casse violino questa regola è noto all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). "L'UFSP è a conoscenza di alcuni casi ed è sempre intervenuto", riferisce all'ats. L'Ufficio spiega di aver reso attente le casse nell'ambito dei normali incontri tra amministrazione e assicuratori relativi all'evoluzione del diritto. In alcuni casi sono pure state pubblicate direttive. In nessun caso, afferma lo stesso UFSP, è stata inflitta una multa.

L'ultimo raffronto dei prezzi pubblicato da Interpharma e santésuisse ha rivelato che nella Confederazione i generici costano circa il doppio rispetto a prodotti analoghi venduti in Paesi con caratteristiche simili alla Svizzera. Per gli originali, la differenza di prezzo è dell'ordine del 10%.

Interpharma mette in guardia da un indebolimento del principio di territorialità. I pazienti hanno diritto a farmaci sicuri nonché a un rapido accesso alle innovazioni, afferma.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.