Navigation

Medicina: nuovi superbatteri resistenti da India

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2010 - 13:08
(Keystone-ATS)

LONDRA - Viaggiano con i 'turisti della salute' i nuovi superbatteri resistenti anche agli antibiotici più potenti descritto dalla rivista "Lancet Infectious Diseases". Partito da Pakistan e India sono già arrivati in Gran Bretagna, portati dai pazienti che vanno in Asia a caccia di trattamenti low cost soprattutto cosmetici. Casi sono stati segnalati anche in Usa, Canada e Australia.
A dare la resistenza ai batteri è un gene che esprime un enzima chiamato Ndm-1, che permette al microrganismo che lo ospita di essere immune anche ai carbapenemi, gli antibiotici più potenti conosciuti.
Secondo gli esperti questo tratto genetico è in grado di 'saltare' tra batteri diversi, e potrebbe diffondersi in maniera incontrollata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.