Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Hamas ha scelto di proseguire la campagna militare. Pagherà il prezzo". Lo ha affermato il premier israeliano Benyamin Netanyahu parlando alla Nazione in diretta tv. "Se non c'è un cessate il fuoco, la nostra risposta è: fuoco!".

"Hamas non ci lascia altra scelta che l'estensione delle operazioni", ha detto Netanyahu. "Il nostro obiettivo è di riportare la calma per gli israeliani mediante l'assestamento di colpi significativi all'organizzazione terroristica di Hamas".

Oggi si è registrata la vittima israeliana nel conflitto in corso con Hamas. Un civile israeliano è rimasto ucciso oggi al valico di Erez (fra Israele e Gaza) da un colpo di mortaio sparato dalla Striscia, ha annunciato Radio Gerusalemme. Nel frattempo un palestinese è morto durante un raid israeliano condotto a Khan Yunes, nel sud della Striscia, mentre uno è morto a Gaza nel rione Zeitun. Un altro raid, a Jabalyia, ha provocato il ferimento di almeno 10 persone.

Diverse città israeliane sono intanto sotto attacco dei razzi palestinesi. Ad Ashqelon un edificio è stato centrato da un razzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS