Navigation

Mega-direttore addio, Banca Alternativa elimina funzione Ceo

L'istituto ha ormai un posto affermato nel panorama bancario elvetico. KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2020 - 11:00
(Keystone-ATS)

Addio capo supremo: la Banca Alternativa Svizzera (BAS) ha deciso di eliminare la funzione di presidente della direzione generale. Tutti i membri dell'organo direttivo saranno sullo stesso piano: l'istituto ritiene che in tal modo migliorerà la cooperazione.

L'occasione per il riorientamento aziendale - si spiega in un comunicato odierno - è emerso con la partenza del numero uno Martin Rohner, che dopo otto anni ha lasciato ABS per assumere la guida di una rete di banche con specifiche attenzioni ai valori che vanno al di là dell'economia, la Global Alliance for Banking on Values.

Il consiglio di amministrazione (Cda) e i restanti membri della direzione generale hanno colto l'occasione per ristrutturare radicalmente la gestione operativa di BAS, rinunciando appunto a un presidente. Tutti i membri lavoreranno insieme allo stesso livello. "Il Cda e la direzione generale cercano così di aumentare il grado di auto-organizzazione", afferma la presidente del Cda Anita Wymann, citata nella nota. "Si intende anche rafforzare e coltivare ulteriormente la cooperazione interdivisionale".

Il lavoro senza capi non sarà peraltro una prerogativa solo dei direttori: l'istituto vuole ricorrere a questo approccio anche in altri ambiti. "Da tempo ci stiamo chiedendo quali modelli alternativi si adattino bene alla BAS", spiega Wymann. Il team di finanziamento immobiliare per la Svizzera tedesca opera già dall'inizio dell'anno senza un quadro responsabile. Altri tre dipartimenti - marketing e comunicazione, servizi di assistenza e risorse umane - stanno ora testando questa forma organizzativa.

Fondata nel 1990, la BAS (meglio conosciuta nel resto del paese con l'acronimo ABS, Alternative Bank Schweiz) è una società anonima con 8100 azionisti, 38'000 clienti e una somma di bilancio di 2 miliardi di franchi. Quale istituto attento ai principi sociali ed ecologici rinuncia a massimizzare i profitti, mettendo sempre al primo posto le sue linee guida.

Il denaro dei clienti viene investito in progetti a lungo termine: l'80% del finanziamento deve avere un effetto positivo sulla società o sull'ambiente. La trasparenza è massima: tutti i crediti vengono resi pubblici. Al suo interno l'impresa guarda all'equa rappresentanza dei sessi e rinuncia a sistemi salariali basati su bonus. L'organico è di 120 persone. Ha la sede a Olten (SO), nonché uffici a Zurigo, Losanna e Ginevra. Per alcuni anni (dal 2005 al 2011) la BAS ha anche avuto un ufficio di informazione a Bellinzona, che è stato però poi chiuso per motivi di risparmio.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.