Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Melania Trump

KEYSTONE/EPA Consolidated News Photos POOL/RON SACHS / POOL

(sda-ats)

Melania Trump ha accettato il pagamento dei danni, per una somma non svelata, e le scuse del tabloid Daily Mail britannico che aveva riportato voci secondo cui negli anni Novanta la first lady avrebbe lavorato come escort di lusso.

Si è così conclusa all'Alta corte di Londra la battaglia legale nella quale la moglie del presidente americano Donald Trump aveva chiesto un maxi risarcimento.

Secondo una stima dell'agenzia britannica Pa, il pagamento dei danni e dei costi legali sarebbe inferiore ai 3 milioni di dollari. Di fronte a un giudice dell'Alta corte è stato letto un comunicato congiunto delle due parti - la moglie del presidente Usa e la Associated Newspapers proprietaria del Daily Mail - in cui si dice che l'articolo pubblicato lo scorso agosto sul tabloid conteneva "affermazioni false e diffamatorie" sulla signora Trump, che mettevano in dubbio "la natura del suo lavoro come modella professionista".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS