Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il numero delle operazioni di fusione ed acquisizione è diminuito in Svizzera nel 2012. La società di consulenza Ernst & Young ha contato 606 transazioni, il 16% in meno dell'anno prima. Il valore complessivo è tuttavia più che raddoppiato salendo a 111 miliardi di franchi.

La crescita riflette in primo luogo l'unione, per un ammontare di 49 miliardi di franchi, tra il numero uno mondiale delle materie prime Glencore e il gigante minerario Xstrata, si legge in una nota odierna di Ernst & Young.

Senza tener conto della fusione tra i due gruppi con sede a Baar (ZG), l'aumento del valore delle operazioni è del 21%. Nel solo quarto trimestre la società di consulenza ha rilevato una ripresa delle operazioni rispetto ai tre mesi precedenti.

Tra ottobre e fine dicembre, sono state annunciate 165 operazioni per un ammontare di quasi 10 miliardi di franchi, il 16% in più rispetto al terzo trimestre, periodo in cui sono state censite 142 transazioni per un totale di 5,2 miliardi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS