Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'offerta di appartamenti e di superfici commerciali dovrebbe superare nettamente la domanda quest'anno in Svizzera, secondo uno studio di Credit Suisse.

Per oltre dieci anni la situazione è stata caratterizzata da prezzi e affitti in rialzo, da una domanda in pieno boom e da poche superfici inoccupate in un contesto di tassi ipotecari bassi.

Nel passato recente vi sono comunque stati segnali di un cambiamento di scenario, con il delinearsi di una offerta eccessiva. Gli squilibri si stanno accentuando dal 2014 con superfici vacanti negli alloggi locativi che aumentano a un ritmo di 400 unità all'anno.

Gli investimenti nel mattone non dovrebbero comunque calare nel breve periodo, visto che i rendimenti offerti rimangono superiori ad altre forme di collocamento. La richiesta di permessi di costruzione rimane infatti dinamica e continua a sostenere il comparto dell'edilizia.

L'evoluzione del mercato potrebbe avere effetti positivi per gli inquilini: il rialzo delle pigioni, secondo gli esperti, quest'anno dovrebbe praticamente fermarsi, a causa anche del rallentamento dell'immigrazione dei lavoratori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS