Navigation

Merck Serono: il governo ginevrino si mobilita

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 aprile 2012 - 17:32
(Keystone-ATS)

Il Consiglio di Stato ginevrino ha espresso "costernazione e scontento" alla direzione di Merck Serono a Ginevra, il cui licenziamento collettivo - il più importante mai registrato nel cantone - "colpisce l'intera regione lemanica". Esprimendosi nel corso di una conferenza stampa, l'esecutivo ha annunciato una serie di misure.

Il governo cantonale ha sollecitato un incontro con la direzione mondiale del gruppo tedesco a Darmstadt (D) allo scopo di esaminare "altri scenari" e sottolinea che "nessuna misura fiscale" sarà proposta in quest'ambito.

L'esecutivo ha pure incaricato il servizio della promozione economica di individuare una o più aziende disposte a rilevare le attività della ditta, favorendo le società attive nelle biotecnologie suscettibili di essere interessate alle competenze dei collaboratori licenziati.

Una "cellula di crisi", allestita con effetto immediato, tenterà di ottenere dal gigante tedesco lo scaglionamento dei 1250 licenziamenti che secondo i piani della Merck Serono dovrebbero diventare effettivi nel periodo che va da luglio 2012 a fine giugno 2013. Saranno inoltre chieste precisazioni riguardo al piano sociale.

Il comitato di crisi organizzerà peraltro presso la ditta una cinquantina di riunioni informative in inglese e in francese sul dispositivo di lotta contro la disoccupazione. Sono inoltre previsti contatti con i sindacati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?