Navigation

Merck Serono: Unia è scioccata, "licenziamenti malgrado mega-utili"

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2012 - 17:11
(Keystone-ATS)

Unia ha affermato oggi di essere scioccata dalla chiusura della sede di Ginevra di Merck Serono, tanto più che il gruppo la settimana scorsa ha annunciato un utile miliardario e un aumento dei dividendi del 20%. Il sindacato chiede inoltre di essere associato nella procedura di consultazione e di permettere l'organizzazione di assemblee sindacali, cosa che Merck Serono ha rifiutato.

La chiusura della sede ginevrina è una "catastrofe per gli impieghi nel cantone", afferma ancora Unia. Le proposte di trasferimento all'altro capo del Mondo sono invece giudicate "ciniche". Per il sindacato in futuro anche le attività vodesi saranno a rischio, dato che non potranno più contare sul "retroterra" ginevrino nella ricerca.

In una nota, Unia ha anche criticato le politiche di promozione economica portate avanti da Ginevra e Vaud. Questi cantoni attirano imprese internazionali concedendo sgravi fiscali senza chiedere in cambio la conclusione di contratti collettivi di lavoro e senza fissare un numero minimo di impieghi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?