Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Esplode un caso insidioso, a Berlino, per Angela Merkel. La cancelliera è finita nel mirino, dell'opposizione - e non solo - con l'accusa di aver ignorato gli avvertimenti dei servizi segreti tedeschi sui tentativi di spionaggio della statunitense NSA, nel 2008.

I verdi puntano il dito contro Frau Merkel e affermano che se le ultime rivelazioni in proposito fossero vere, questo porrebbe una questione di fiducia sul governo federale. Anche i socialdemocratici chiedono un chiarimento e con toni pesanti.

"Le accuse sono gravi, vanno chiarite in modo esaustivo", ha detto la segretaria generale degli alleati socialdemocratici Yasmin Fahimi, secondo la quale "gradualmente lo scandalo sta raggiungendo una dimensione del tutto nuova". "Le ultime rivelazioni fanno pensare che nell'ambito dei servizi segreti la cancelleria abbia miserevolmente fallito", aggiunge Fahimi.

Il Bild am Sonntag ha reso noto che la cancelleria era stata messa al corrente, già nel 2008, dei tentativi di spionaggio della NSA nei confronti delle imprese europee Eads e Eurocopter. Responsabile della cancelleria, all'epoca era l'attuale ministro degli interni Thomas de Maiziere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS