Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un giudice federale ha formalizzato la carcerazione di quattro generali (due ora a riposo), un maggiore ed un tenente colonnello per aver collaborato con il cartello dei Beltran Leyva.

In un comunicato il Consiglio di giustizia precisa che sono stati raccolti indizi sufficienti per accusarli di aver ricevuto mazzette dai 450 ai 100'000 dollari, almeno durante il 2007, per ognuno degli aerei atterrati in vari aeroporti del paese, con carichi di cocaina (50 tonnellate complessive), provenienti da Colombia e Venezuela.

I sei militari erano già stati messi agli arresti alcune settimane fa. I media, oltre a precisare che le accuse nei loro confronti si basano su deposizioni di narcotrafficanti pentiti - ora testimoni protetti - raccolte nell'ambito di indagini avviate nel 2010, sottolineano che è la prima volta che il governo federale rinchiude in modo simultaneo in un carcere di massima sicurezza quattro generali dell'esercito, ottenendo anche che siano formalmente reclusi.

Gli accusati possono presentare appello contro la risoluzione ma, per i media, per il sovraccarico di lavoro dei tribunali, dovranno aspettare almeno tre mesi per una misura in tal senso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS