Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La foto di una donna indigena che partorisce in un prato, con ancora visibile il cordone ombelicale, dopo che si è vista rifiutare l'ingresso in un ospedale ha causato commozione e indignazione nell'opinione pubblica messicana.

Il quotidiano "La Razon" ha pubblicato in prima pagina l'immagine shock di Irma Lopez, una ventottenne di etnia mazateca, mentre partorisce in un prato davanti al centro sanitario di Jalapa de Diaz, un piccolo paese nello stato di Oaxaca (sud della costa pacifica). E la foto è subito rimbalzata sulle reti sociali.

Secondo il giornale, i medici dell'ospedale erano in sciopero quando la donna è arrivata per partorire e si sono limitati a farle qualche domanda, senza permetterle l'ingresso e successivamente hanno sostenuto che siccome Lopez non parla bene lo spagnolo non erano riusciti a capire cosa volesse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS