Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ennesimo fine settimana di violenza in Messico. Negli stati di Michoacan e Guerrero, nel sud del paese, sono stati trovati i cadaveri di 25 persone. Lo rendono noto le autorità, precisando che i corpi di nove uomini sono stati trovati nel municipio di Tepalcatepec, sul confine tra Michoacan e Jalisco.

Il Michoacan è ormai da tempo al centro di una nuova ondata di violenza. Nello stato c'è infatti un moltiplicarsi dei gruppi paramilitari (autodenominati "polizia comunitaria"), integrati da civili armati, i quali sfidano le forze locali e quelle federali.

Le autorità sospettano che tali gruppi siano in realtà gestiti dai cartelli narcos in lotta per il controllo del territorio, quali Los Caballeros Templarios, la Familia Michoacana, gli Zetas e Jalisco Nueva Generacion.

Almeno quattro sindaci (dei municipi di Aquila, Tepalcatepec, Buenavista e Aguililla) si sono visti obbligati a trasferirsi fuori dai loro territori, proprio a causa delle costanti minacce dei gruppi "dell'autodifesa".

A Guerrero, le forze della sicurezza locali hanno d'altra parte rinvenuto i corpi di altre 16 persone, otto delle quali si trovavano dentro una fossa comune in avanzato stato di decomposizione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS