Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BUENOS AIRES - Almeno quattro ufficiali di polizia di Ciudad Juarez, nel nord del Messico, sono stati rimossi dopo che circa 300 poliziotti hanno trattenuto per circa quattro ore, con un vero e proprio assalto alla caserma della polizia, Salomón Alarcón, "lo Sciamano", il capo del Terzo gruppo delle Forze federali di appoggio di stanza nella città, accusato di praticare estorsioni ai danni della popolazione civile e dei suoi stessi agenti.
Rafael Aviles, responsabile delle forze federali a Ciudad Juárez, nello Stato del Chihuahua, ha riferito che Alarcon è stato rimosso con altri tre colleghi. I poliziotti corrotti sono stati bloccati da colleghi a volto coperto e bloccati nelle stanze dell'hotel Internacional La Playa, dove si incontravano. Lo Sciamano è accusato di chiedere tangenti ai poliziotti, ma è anche accusato con i colleghi fermati di aver venduto ai narcos armi ed uniformi della polizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS