Quando un camion cisterna si è schiantato su una strada vicino Humanguillo, il 26 marzo nello stato messicano di Tabasco, un gruppo di abitanti è accorso per rubare il combustibile fuoriuscito, ma è avvenuta un'esplosione che ha causato finora la morte di 17 persone.

La procura federale ha informato oggi del decesso della 17ma vittima, un uomo di 45 anni. Altre 12 sono ricoverate, alcune in condizioni gravi, in un ospedale di Tabasco, capitale dello stato omonimo dov'è avvenuto l'incidente, e 3 sono state trasferite d'urgenza verso un centro specializzato per ustionati a Galveston, in Texas.

Secondo la versione giudiziaria, le persone che hanno cercato di saccheggiare il camion cisterna erano una cinquantina, provenienti da San Miguel e Palo Mulato, due frazioni del comune di Humaguillo, in una delle zone più povere del Messico meridionale. All'arrivo dei soccorsi hanno ignorato il perimetro di sicurezza allestito dalla polizia e avrebbero perfino minacciato con un machete i pompieri che cercavano di controllare l'incendio provocato dall'esplosione, la cui causa non è stata ancora stabilita.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.