Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

CANCUN (MESSICO) - I cadaveri di 12 persone, legate e con segni di tortura, sono stati ritrovati dalla polizia vicino alla nota località balneare messicana di Cancun. Gli investigatori ritengono che le vittime siano state torturate e uccise da bande di narcotrafficanti.
La polizia ha recuperato i corpi di nove uomini e tre donne da sepolture in un'area a meno di tre chilometri da Cancun, località turistica sempre più toccata dalla guerra fra le gang. I poliziotti hanno spiegato che potrebbero essere trovati altri cadaveri.
"Sono morti soffocati - ha detto un funzionario del governo dello stato di Quintana Roo, Francisco Alor -. Sono stati trovati con le mani e i piedi legati e segni di torture. Almeno a tre dopo la morte è stata incisa sul petto la lettera Z", simbolo della banda degli Zetas, l'ex ala militare del potente cartello del Golfo.

SDA-ATS