Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'uragano Ernesto, che ha colpito ieri notte le coste della penisola dello Yucatan, in Messico, ha diminuito la sua intensità mentre si sposta verso l'ovest ed è tornato al rango di tempesta tropicale. Ma il Servizio Meteorologico Nazionale (Smn) messicano ha avvertito le popolazioni locali che potrebbe ridiventare un uragano nella mattinata di domani, giovedì, all'avvicinarsi alle acque del Golfo di Messico.

Ernesto, con venti da 140 km orari, ha toccato la costa messicana intorno alle 23 ora locale (le 5 di oggi in Svizzera), vicino alla città di Mhuahual, a una sessantina di chilometri da Chetumal, sulla costa orientale dello Yucatan, nello Stato messicano di Quintana Roo, ma ora "continua ad indebolirsi mentre procede verso il sudovest" dello Stato, informa un comunicato del Smn.

Lo stesso comunicato precisa però che la tempesta potrebbe rafforzarsi a misura che si avvicina al Golfo del Messico, e ridiventare così un uragano di categoria 1 nella scala Saffir-Simpson (che ne conta 5) durante la mattinata del giovedì.

Migliaia di residenti e di turisti - soprattutto quelli che si trovavano in strutture alberghiere sulla costa dello Yucatan - sono stati evacuati dalla zona o condotti verso rifugi anti-uragano.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS