Navigation

Micronas: fatturato in calo nel primo semestre, pesa il Giappone

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 luglio 2011 - 11:02
(Keystone-ATS)

Micronas ha realizzato nel primo semestre un fatturato di 79,7 milioni di franchi, in calo del 17% rispetto allo stesso periodo del 2010. Il risultato d'esercizio Ebit del gruppo zurighese attivo nel settore dei microprocessori è per contro salito da 6,9 a 8,2 milioni, informa l'azienda in un comunicato odierno. L'utile netto è stato di 1,3 milioni: nei primi sei mesi dell'anno scorso l'impresa aveva subito una perdita di 4,3 milioni.

A pesare sull'andamento degli affari sono state in particolare le catastrofi che hanno interessato il Giappone, paese in cui Micronas consegue il 46% delle vendite. Il giro d'affari subirà però solo nel terzo trimestre l'impatto maggiore della crisi nipponica: una ripresa è attesa quindi solo negli ultimi tre mesi dell'anno, spiega il numero uno della società, Matthias Bopp, citato nella nota. Il calo degli ordinativi ha comportato anche una flessione del tasso di sfruttamento delle capacità produttive degli stabilimenti a Friburgo in Brisgovia: è così aumentato il lavoro ridotto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?