Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La politica della Confederazione contro i rischi di frode ed errori nell'amministrazione pubblica non è efficace come dovrebbe. È quanto ha constatato il Controllo federale delle finanze (CDF) che in un rapporto pubblicato oggi propone alcuni correttivi.

La CDF ha rilevato, per esempio, che le fatture di oltre 500 franchi devono essere firmate da due persone, mentre il direttore di un ufficio federale può affidare ad una sola persona il potere di sottoscrivere un contratto di acquisto o una decisione di sovvenzionamento per milioni di franchi.

Altro neo rilevato dalla CDF: le firme autorizzate dagli uffici non figurano in alcun registro pubblico. Fornitori e banche non sanno quali impiegati dell'amministrazione federale possono agire in vece della Confederazione. Peggio ancora, una banca potrebbe aprire un conto intestato a un ufficio all'insaputa dell'Amministrazione federale delle finanze (AFF).

Altra pecca non da poco: i direttori degli uffici e i segretari generali possono autorizzare il pagamento delle rispettive spese di viaggio senza l'autorizzazione di terzi.

Per migliorare queste lacune, la CDI propone controlli più efficaci, con la possibilità di infliggere sanzioni.

Confrontato con le critiche della CDI e le raccomandazioni di quest'ultima, l'AFF ha sostenuto che un registro con indicate le firme autorizzate da parte della Confederazione comporterebbe un carico amministrativo eccessivo, considerata anche l'utilità limitata di un simile strumento. L'AFF è scettica anche sulla proposta di raccogliere tutti i rapporti annuali dei responsabili dei controlli interni allo scopo di identificare quegli uffici che potrebbero causare problemi.

L'AFF è invece disposta a studiare l'introduzione dell'obbligo della doppia firma per ogni contratto, mandato, sovvenzione o altra decisione che comporti un impegno superiore ai 50 mila franchi.

L'AFF vaglierà anche se non sia il caso di sopprimere determinati controlli giudicati troppo poco efficaci. La CDI propone per esempio di innalzare da 500 franchi a 5/10mila franchi la soglia oltre la quale una fattura deve essere firmata da due persone. L'AFF ha anche comunicato alla CDI di aver migliorato i controlli sulle spese di viaggio dei direttori degli uffici: il benestare dovrà essere concesso da un'istanza interna che verrà designata entro la fine di giugno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS