Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo sloveno prevede un nuovo massiccio flusso migratorio che potrebbe portare a una situazione di criticità elevata.

Il ministro degli esteri sloveno Karl Erjavec, che oggi sarà in visita a Roma e in Vaticano, ha dichiarato che la Slovenia attende per domani o per giovedì una nuova forte ondata migratoria che comprenderebbe dai 20 mila ai 30 mila migranti.

"Siamo responsabili per la sicurezza dei migranti e dei cittadini sloveni", ha dichiarato Erjavec sostenendo la necessità che il governo vagli bene la situazione e i provvedimenti per assicurare una gestione razionale del flusso.

Il governo sloveno ha già varato i provvedimenti che intende attuare in caso di necessità, ma non ha ancora ufficialmente chiarito se tra essi c'è anche la costruzione di una barriera o di una recinzione con filo spinato al confine con la Croazia. Nei giorni scorsi i media sloveni hanno riportato la notizia, non confermata dal governo, che Lubiana avrebbe già acquistato 120 km di filo spinato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS