Tutte le notizie in breve

Amnesty International France denuncia oggi il respingimento "quasi sistematico" dei migranti in arrivo in Francia dall'Italia senza un esame della loro situazione, come previsto dalle norme internazionali sui diritti dei rifugiati.

"La maggioranza degli individui interpellati alla frontiera si trova senza la possibilità di affermare i propri diritti, in particolare, quello di sollecitare l'asilo", scrive Amnesty France in una nota, deplorando, in particolare, la situazione dei minori non accompagnati.

"Come gli adulti, anche i bambini vengono respinti in modo sbrigativo e senza possibilità di esercitare i loro diritti o essere accompagnati" da un rappresentante legale. L'Ong ritiene che "le autorità abbiano un'interpretazione abusiva della nozione di minore 'non accompagnato', in quanto considerano che basta sia 'circondato da adulti intorno a lui' per non considerarlo tale".

Questo "non è semplicemente accettabile", protesta Jean-François Dubost, che a fine gennaio ha coordinato la missione di osservazione di Amnesty tra Mentone e Ventimiglia. La Francia ha ripristinato i controlli al confine con l'adozione dello stato d'emergenza decretato dopo gli attentati del gennaio 2015.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve