Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Turchia continuerà ad applicare l'accordo raggiunto con l'Ue per il contenimento dei flussi migratori, ma non si assumerà alcun nuovo impegno fino a quando non ci sarà la liberalizzazione dei visti per i cittadini turchi che si vogliono recare nei Paesi Ue.

Questa la posizione espressa dal ministro per gli affari europei Omer Celik al termine dell'incontro avuto con i responsabili delle diplomazie dei 28 Stati membri.

Nelle settimane scorse a più riprese esponenti del governo turco avevano minacciato di far saltare l'accordo - che prevede da parte Ue l'erogazione di aiuti ad Ankara per tre miliardi di euro - se non ci fosse stata al più presto al liberalizzazione dei visti. Un tema che sarà tra quelli sul tavolo dei colloqui che l'Alto rappresentate Federica Mogherini avrà con le autorità turche venerdì prossimo ad Ankara.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS