Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I migranti che non sono riusciti a entrare in Ungheria entro la mezzanotte potranno far ritorno in Serbia nei centri di accoglienza, ma Belgrado non accetterà il ritorno di coloro che sono già passati in territorio ungherese.

Lo ha detto il ministro del Lavoro e Affari sociali, Aleksandar Vulin. "Noi non siamo più responsabili di tutti coloro che sono entrati in Ungheria. E ci aspettiamo che costoro vengano presi in custodia dalle autorità magiare", ha detto Vulin che sarà oggi in visita alla frontiera serbo-ungherese.

Sono stati più di 9000 i profughi e i migranti che sono riusciti ad entrare in Ungheria nelle ultime ore prima della mezzanotte quando sono entrate in vigore le nuove leggi ungheresi, per le quali l'ingresso illegale nel Paese è considerato un reato punibile con l'arresto ed il carcere.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS