Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Migranti soccorsi dalla Marina italiana

KEYSTONE/EPA US MARINA MILITARE/US MARINA MILITARE/HANDOUT

(sda-ats)

La serie di naufragi e ribaltamenti di imbarcazioni di migranti e rifugiati la scorsa settimana nel Mediterraneo avrebbe causato almeno 880 decessi, ha affermato oggi l'Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr).

Il dato è stato calcolato basandosi su nuove informazioni ricevute in colloqui con sopravvissuti in Italia.

Il totale dei rifugiati e migranti morti dall'inizio del 2016 mentre tentavano di attraversare il Mediterraneo per giungere in Europa è così salito di 2.510, contro i 1.855 per lo stesso periodo del 2015.

Oltre ai tre naufragi noti da domenica scorsa, l'Unhcr ha appreso che 47 persone risulterebbero disperse dopo lo sgonfiamento di un gommone che trasportava 125 persone provenienti dalla Libia. Altre otto persone sarebbero decedute a bordo di un'altra imbarcazione e quattro morti sono stati segnalati dopo l'incendio a bordo di un'altra barca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS