Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (World Food Programme) ha oggi annunciato un contributo di 40 milioni di euro dall'Unione Europea per proseguire e incrementare l'assistenza ai rifugiati siriani in Turchia.

Il contributo del Dipartimento per gli Aiuti umanitari e la Protezione civile della Commissione Europea (Echo) aiuterà il Pam ad assistere sino a 735.000 siriani. Si tratta di una misura compresa nel Refugee Facility dell'Ue per la Turchia. Ciò significa che il Programma Alimentare mondiale riuscirà ad assistere oltre tre volte il numero di rifugiati siriani che sostiene al momento, in particolare più di mezzo milione di persone che vivono al di fuori dei campi profughi, che non ricevono assistenza regolare e affrontano condizioni molto dure.

'Eu Facility for Refugees' è uno strumento che consente il coordinamento delle azioni per sostenere i rifugiati in Turchia, finanziato dal budget dell'Ue e dai contributi degli Stati membri per gli anni 2016-17, sino a un massimo di 3 miliardi di euro (3,3 miliardi di dollari).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS