La polizia ungherese ha respinto seccamente le accuse di trattare male migranti e profughi.

La portavoce Viktoria Ciser-Kovac, citata dai media serbi, ha detto che ai migranti sparsi lungo la frontiera con la Serbia e a quelli nei centri di identificazione vengono distribuiti regolarmente generi alimentari e viene accordata assistenza medica.

"Le accuse secondo cui la polizia tratta male i migranti sono una sciocchezza. Ai migranti illegali viene prestata costantemente attenzione e aiuto", ha detto la portavoce della polizia.

A denunciare il pessimo trattamento dei migranti in Ungheria è stata, tra gli altri, l'organizzazione Human Rights Watch (Hrw), che ha parlato di condizioni "terribili" per i profughi, affermando: "È inammissibile che in Europa le persone vengano trattate come animali".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.