Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia ungherese ha respinto seccamente le accuse di trattare male migranti e profughi.

La portavoce Viktoria Ciser-Kovac, citata dai media serbi, ha detto che ai migranti sparsi lungo la frontiera con la Serbia e a quelli nei centri di identificazione vengono distribuiti regolarmente generi alimentari e viene accordata assistenza medica.

"Le accuse secondo cui la polizia tratta male i migranti sono una sciocchezza. Ai migranti illegali viene prestata costantemente attenzione e aiuto", ha detto la portavoce della polizia.

A denunciare il pessimo trattamento dei migranti in Ungheria è stata, tra gli altri, l'organizzazione Human Rights Watch (Hrw), che ha parlato di condizioni "terribili" per i profughi, affermando: "È inammissibile che in Europa le persone vengano trattate come animali".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS