Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nella terra di nessuno al confine fra Macedonia e Serbia, dopo la chiusura della rotta balcanica, restano bloccati circa 500 migranti e profughi mediorientali, in massima parte siriani e iracheni.

Questi non intendono tornare in Macedonia ma non possono proseguire il loro viaggio verso l'Europa occidentale.

Secondo i responsabili locali di Unhcr, che hanno definito allarmanti ed estremamente precarie le condizioni di vita nei bivacchi alla frontiera, oltre la metà dei migranti bloccati sono bambini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS